25 Luglio 2021

Stavano arrivando segnali di crollo da Coronavirus?

Il crollo del mercato azionario da coronavirus ha avuto segnali di allarme precoci.

Stavano arrivando segnali di crollo da Coronavirus?

Stavano arrivando segnali di crollo da Coronavirus?

Proprio il mese scorso il Dow Jones Industrial Average sembrava pronto a superare i 30.000 per la prima volta. Questa settimana è scesa al di sotto dei 19.000 per la prima volta dal 2016. Erano in molti che affermavano che un mercato ribassista si profilava e che stava arrivando un crollo della borsa. Dall’altro lato, altrettanti motivi per cui ciò non avverrebbe. Solo col senno di poi emergono i vincitori e non sempre per i motivi che pensavano.

Crollo del mercato azionario

Tuttavia, con qualsiasi crollo del mercato orso o mercato azionario, ci sono lezioni da imparare. I cartelli segnaletici sono talvolta riconosciuti meglio nel retrovisore. Ma vale comunque la pena studiare dopo il fatto. Imparare a riconoscerli aggiungerà alla tua esperienza di investimento. Ancora più importante, potrebbe aiutare a navigare nel prossimo mercato orso. Tracciamo i cartelli che abbiamo visto mentre accadevano. Per quelli che li hanno visti con noi, si spera saranno ulteriormente radicati nella tua esperienza. Se questa volta hai perso i cartelli, apprenderli aiuterà a prevenire le perdite in futuro.

Un nuovo anno, un forte rally di borsa

Stavano arrivando segnali di crollo da Coronavirus?Il 2020 è iniziato con grandi speranze prima del crollo del mercato azionario del coronavirus. Dopo pochi progressi da quasi due anni, gli indici di borsa si sono rotti al di sopra delle loro gamme di trading nell’ottobre 2019. Le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina erano in via di guarigione e il composito Nasdaq è stato scambiato sopra 9000 all’inizio dell’anno. Il mercato azionario sembrava inarrestabile. Tra l’uccisione del generale Qasem Soleimani e l’allentamento delle tensioni dopo la rappresaglia dell’Iran, il Nasdaq non ha nemmeno subito un calo dell’1%.

Ma l’inclinazione costante aveva il suo lato negativo. Non era l’imminente processo di impeachment del presidente Donald Trump a farci preoccupare. È stato il rally del mercato a superare se stesso e ad attraversare le linee del canale superiore che abbiamo discusso come motivi di cautela.

Prima dell’arresto del mercato azionario del Coronavirus

Scoprimmo presto che il coronavirus sarebbe stato il catalizzatore di una correzione del mercato azionario. Abbiamo iniziato a innalzare le bandiere di avvertenza alla fine di gennaio. Il 24 gennaio, abbiamo visto una giornata esterna che si è chiusa in fondo al suo range di trading dopo un’azione rigorosa.

È stata la nostra prima chiusura al di sotto della media mobile a 10 giorni dell’anno. Siamo passati da oltre il 100% investito a solo il 26% investito mentre prendevamo profitti dove potevamo e tagliavamo rapidamente le perdite.

Copertura o liquidità?

L’idea alla base della copertura è quella di aiutare a proteggere i tuoi profitti in azioni senza venderli. Le perdite nelle tue azioni saranno parzialmente compensate dai guadagni nella tua copertura a seconda di quanto grande la posizioni. Abbiamo già ottenuto forti guadagni per il mese, il mercato è stato esteso e l’azione ha suggerito un calo. La protezione sembrava giustificata ma alla fine è stata prematura.

Andare nel fine settimana con potenzialmente più titoli di coronavirus sembrava rischioso.

Paure per il mercato orso

Per quanto negativi potremmo essere, utilizziamo sempre l’azione del mercato azionario e dei  principali titoli a disposizione. Abbiamo trascorso del tempo sui rimbalzi dalla linea della media mobile a 50 giorni e ci siamo concentrati su azioni con linee di forza relative a nuovi massimi a breve termine. Abbiamo continuato a progredire sulle nostre idee poiché il composito Nasdaq ha continuato a crescere al di sopra della media mobile di 10 giorni.Stavano arrivando segnali di crollo da Coronavirus?

Mentre continuavamo a fare tendenza, il nostro sospetto crebbe ancora una volta che le cose sembravano estese. Mentre il mercato raggiungeva il picco il 19 febbraio, la classifica aveva un vantaggio di oltre il 16% rispetto all’S&P 500 mentre i guadagni si accumulavano. Ciò è cambiato il 21 febbraio.

L’inizio del crollo del mercato azionario del Coronavirus

L’area ristretta e il successivo lancio più in alto sono stati rapidamente ridimensionati il ​​21 febbraio. Il quadro generale ha notato i giorni di distribuzione back-to-back e la ripartizione delle azioni principali, dando un tono cauto. Nella classifica, abbiamo ristabilito una copertura con l’ETF inverso a tripla leva SQQQ.

Il successo nel mercato azionario richiede un certo livello di umiltà. La nostra cautela alla fine di gennaio non è sembrata necessaria a posteriori. Se lasciamo che i nostri ego si frappongano, la paura di sbagliare potrebbe ostacolare una chiamata simile. Mettere da parte le opinioni ti dà la flessibilità di adattarti all’azione del mercato piuttosto che pensare che il mercato azionario si pieghi alla tua volontà.

Il giorno successivo, è passato alla tendenza al rialzo sotto pressione dopo che il mercato è sceso alla sua media mobile a 50 giorni. Abbiamo iniziato a liberare il margine dalla classifica e abbiamo raddoppiato la copertura SQQQ per proteggere il nostro vantaggio rispetto all’S&P 500.

La violazione verticale suggerisce una pausa

Stavano arrivando segnali di crollo da Coronavirus?Le cose si sono rapidamente risolte e i segnali sono diventati più terribili. Il 25 febbraio, il Nasdaq ha dato il via al suo quarto giorno consecutivo di distribuzione e ha tagliato la sua linea mobile media di 50 giorni. Aveva l’aspetto di ciò che chiamiamo una violazione verticale. Ciò include la vendita persistente giorno dopo giorno con almeno una forte riduzione percentuale giornaliera e una suddivisione su una linea media mobile. Piuttosto che allinearsi alla linea in un pullback costruttivo e ordinato, il calo del mercato è più grave con un forte angolo di discesa. L’ottobre 2018 ha mostrato un primo esempio di violazione verticale prima di colpire il mercato dell’orso corto per finire quell’anno.

Perché questo è importante? Cambia la nostra strategia. Non solo abbiamo bisogno che la nostra difesa aumenti in modo aggressivo, ma sappiamo anche per esperienza e studio che ci vorrà più tempo per il recupero. Di solito almeno due o tre mesi prima di poter fare di nuovo progressi significativi. Per essere chiari, non sappiamo quanto sarà male. Sappiamo solo che la nostra partecipazione ed esposizione dovrebbero essere limitate.

Il primo tentativo di raduno fallisce

Dopo una brusca discesa verso la media mobile di 200 giorni, il Nasdaq è salito a una chiusura positiva nella parte superiore del suo intervallo di negoziazione. Questa è un’azione positiva. L’abbiamo etichettato come primo di un tentativo di raduno, ma abbiamo sottolineato che non era un segnale chiaro. In effetti, in classifica abbiamo fatto più vendite per ottenere una esposizione inferiore al 50%. Abbiamo inoltre svolto la nostra posizione inversa sull’ETF. Dopo aver venduto le posizioni in titoli, è necessario regolare la copertura in modo da non essere nel complesso short.

Con un tentativo di raduno in atto, il primo giorno di follow-through potenziale (il quarto giorno) è caduto il 4 marzo. Aveva certamente l’aspetto di una giornata di follow-through con un aumento del 3,9% e una chiusura vicino al suo picco. Tuttavia, il volume degli scambi non è arrivato in calo rispetto al giorno precedente.

Stavano arrivando segnali di crollo da Coronavirus? Si potrebbe sostenere che con il Nasdaq a livelli di volume record, è stato un confronto difficile richiedere un volume maggiore. Leggi cosa è successo il giorno dopo. Il volume è aumentato più pesante quando l’indice si è ritirato e ha registrato un altro giorno di distribuzione. Inoltre, ha chiuso al di sotto del minimo del giorno precedente. Se hai trattato il 4 marzo come un giorno di follow-through, la chiusura sotto il minimo è il tuo primo segnale che il rally è in difficoltà. Sappiamo anche che il primo follow-through è più soggetto a guasti dopo una violazione verticale se arriva troppo presto. Il giorno di follow-through del 7 novembre 2018 è un buon esempio di quella precedente violazione verticale.

Cosa facciamo adesso?

Adesso aspettiamo Il giorno di follow-through è il nostro primo segnale per iniziare a guadare. Non è il segnale per andare all in. Vuoi distribuire denaro lentamente, solo aggiungendo esposizione mentre il mercato conferma le tue decisioni iniziali. Come fai a sapere se le tue decisioni iniziali sono giuste? Inizi a fare soldi. Ancora meglio, vedrai gli indici tornare al di sopra della loro media mobile a 21 giorni.

È importante andare piano, soprattutto perché sappiamo che i primi due giorni di follow-through possono essere soggetti a guasti dopo una violazione verticale.

Stavano arrivando segnali di crollo da Coronavirus? Allora perché non andare in vacanza fino a quando il mercato non migliora? Il turno può arrivare rapidamente. In soli quattro giorni, la direzione può cambiare completamente. Se non ti impegni con azioni della tua watchlist pronte ad agire quando il mercato gira, puoi ritrovarti a rimanere indietro. Il mercato azionario attende mesi nel futuro. Se aspetti che l’economia migliori e che ritorni l’ottimismo, sarai in ritardo. Il giorno di follow-through ti dà il segnale in anticipo.

Per quanto brutte siano le cose in questo momento, la storia ci mostra che il recupero è possibile da situazioni terribili. Inoltre, alcune delle migliori opportunità arrivano presto quando il mercato gira. Alla fine, il crollo del mercato azionario di coronavirus può finire per essere una buona cosa per il tuo portafoglio a lungo termine.

Lascia un commento