25 Luglio 2021

Perché Visa, Mastercard, Discover e Capital One sono scese venerdì

Le società sono state colpite in modo particolarmente duro in conclusione di una settimana in ricupero.

Perché Visa, Mastercard, Discover e Capital One sono scese venerdì

Perché Visa, Mastercard, Discover e Capital One sono scese venerdì, le società sono state colpite in modo particolarmente duro in conclusione di una settimana in ricupero.

Quello che è successo

Dopo tre giorni consecutivi con segno positivo, il mercato azionario non sta esattamente terminando la settimana con una nota alta. Il Dow Jones Industrial Average e S & P 500  sono in calo rispettivamente del 3,7% e del 3,3%, come di 11:50 am EDT.

Come abbiamo visto in diverse occasioni di recente, il settore finanziario sta andando ancora peggio, soprattutto quando si tratta di aziende coinvolte nel settore delle carte di credito. I giganti dell’elaborazione dei pagamenti Visa ( NYSE: V) e Mastercard NYSE: MA ) sono in calo rispettivamente del 4% e del 6%. Nel frattempo, Discover NYSE: DFS ) e Capital One NYSE: COF ) , che in realtà prestano denaro ai consumatori, sono diminuiti rispettivamente del 9% e del 7%.

E allora

Perché Visa, Mastercard, Discover e Capital One sono scese venerdì, in breve, sembra che le preoccupazioni per la recessione alimentate dal coronavirus, stiano per sopraffare i benefici attesi dal pacchetto di stimolo, almeno nella sessione di negoziazione di oggi. Nelle recessioni, i consumatori spendono meno, il che fa male ai giganti come Visa e Mastercard, poiché ottengono una percentuale del volume di pagamento che elaborano sulle loro reti.perché Visa, Mastercard, Discover e Capital One sono scese venerdì

Inoltre, durante i periodi difficili, i consumatori hanno spesso difficoltà a pagare le bollette, quindi aziende come Capital One potrebbero vedere un aumento delle insolvenze e degli addebiti. Discover funge sia da elaboratore di pagamenti sia da finanziaria, quindi potrebbe subire un colpo da entrambe le parti del business, il che potrebbe essere il motivo per cui le sue azioni sono diminuite più delle azioni delle altre tre società.

E adesso?

Ci sono troppe domande senza risposta che circondano la pandemia di COVID-19. Motivo per cui stiamo assistendo a violente oscillazioni nel mercato azionario. Semplicemente non c’è modo di sapere con certezza quanto durerà l’epidemia, quanto sarà grave la recessione risultante o quanto lo stimolo sarà in grado di aiutare i consumatori a superare la tempesta.

Disclaimer

Lascia un commento