27 Ottobre 2021

Fondo di emergenza: quanto devi risparmiare?

Fondo di emergenza: quanto devi risparmiare?

Fondo di emergenza: quanto devi risparmiare?

Fondo di emergenza: quanto devi risparmiare? Milioni di italiani non hanno abbastanza risparmi per coprire un’importante spesa imprevista. O addirittura se riusciranno a pagare le loro bollette e le spese mediche dopo una perdita di lavoro. Gli esperti in genere raccomandano di mettere da parte da tre a sei mesi dell’importo della busta paga. Usare un calcolatore di fondi di emergenza può aiutarti a determinare quanto devi risparmiare.

La regola generale – sei mesi di spese

Fondo di emergenza: quanto devi risparmiare?Come regola generale, è una buona idea tenere le spese di sei mesi in un conto corrente separato facilmente accessibile. È importante ricordare che questo non include eventuali fondi pensione o altri investimenti – questo è un conto separato che esiste al solo scopo di gestire spese impreviste.

Quando scopri quanto dovresti avere nel tuo fondo di emergenza, assicurati di includere tutte le spese necessarie. Ciò include i pagamenti per mutuo o affitto e auto, nonché eventuali fatture ricorrenti come bollette luce, gas e acqua, assicurazione auto e altri. Inoltre, non dimenticare di includere spese come generi alimentari che non sono fatture “obbligatorie”, ma devono comunque essere pagate.

La figura “sei mesi” non è incastonata nella pietra. Se hai un lavoro estremamente stabile, un’ottima assicurazione sanitaria e uno stile di vita “a basso rischio” globale, tre mesi di spese potrebbero essere sufficienti. D’altra parte, se il tuo futuro lavorativo è incerto o se hai condizioni di salute che potrebbero comportare spese impreviste, potresti voler mirare a più mesi o anche di più.

Il punto è che la regola generale per quanto è necessario in un fondo di emergenza dovrebbe essere modificata per adattarsi alla tua vita. Non esiste una formula magica taglia unica.

Il tuo fondo di emergenza è abbastanza?

Secondo un rapporto della Banca Centrale Europea, quasi la metà degli europei non poteva coprire una spesa inaspettata di €400 senza prendere in prestito denaro o vendere qualcosa. Quindi ci sono milioni di persone che non hanno mesi di spese di vita messe da parte.

È prudente pianificare la conservazione di almeno tre o sei mesi di liquidità in caso di perdita del posto di lavoro, emergenza medica, disabilità a breve termine, ecc. Utilizzare questo calcolatore per determinare quanto è necessario impostare da parte mensilmente o come somma forfettaria per creare un fondo di emergenza.

Se non hai abbastanza risparmi in questo momento, o non pensi di poter portare il tuo fondo di emergenza dove deve essere nel periodo che desideri, non farti prendere dal panico. Il punto è identificare la differenza tra ciò che hai e ciò che dovresti avere e metterti in pista.

Tutto ciò che puoi salvare aiuta

Certo, sarebbe fantastico per tutti avere abbastanza fondi di emergenza per sentirsi completamente al sicuro. Tuttavia, mi rendo pienamente conto che potrebbe non essere pratico per te avere sei mesi di spese nascoste, soprattutto se sei giovane o stai appena iniziando a risparmiare.

La cosa più importante che puoi fare è iniziare, anche se ciò significa aggiungere €50 al mese al tuo fondo di emergenza. Contributi relativamente piccoli possono davvero aumentare nel tempo e man mano che i tuoi risparmi aumentano, aumenta la gamma di spese impreviste che potresti gestire.

Ad esempio, se hai €500 nel tuo fondo di emergenza, non devi preoccuparti di come pagherai per una ruota a terra o di una visita medica specialistica. Mentre continui a costruire il tuo fondo, puoi aggiungere all’elenco delle spese che non deriderebbero il tuo benessere finanziario.

Lascia un commento